Il calendario dell’Avvento digitale della Pinacoteca di Brera

calendario dell'Avvento di Brera del 2021

La Pinacoteca di Brera ci accompagna a Natale con un calendario dell’Avvento digitale, per fornire “una finestra, un dettaglio, una pillola al giorno per comporre il puzzle di un capolavoro”.

La storia di Brera e la sua Pinacoteca

interno della Pinacoteca di Brera

La Pinacoteca nacque al fianco dell’Accademia di belle arti nel 1776, per volontà di Maria Teresa d’Austria. Il corpus doveva infatti costituire una collezione di opere esemplari, destinate alla formazione degli studenti.

Nel 1809 venne ufficialmente istituita, ed ampliata negli anni successivi. Da qui, vi confluirono i dipinti requisiti da chiese e conventi lombardi, a seguito della soppressione di molti ordini religiosi.

cortile del Palazzo di Brera

A questi si aggiunsero le opere di identica provenienza sottratte ai vari dipartimenti del Regno Italico. Questa nascita spiega la prevalenza, nelle raccolte, dei dipinti sacri, spesso di grande formato e conferisce al museo una fisionomia particolare, solo in parte attenuata dalle successive acquisizioni.

Il calendario dell’avvento digitale della Pinacoteca di Brera: come funziona?

Anche quest’anno, la Pinacoteca di Brera ha deciso di farci compagnia fino a Natale, con un calendario dell’Avvento digitale.

La Predica di san Marco in una piazza di Alessandria d’Egitto (1504-1507)

L’opera scelta per il calendario dell’Avvento di quest’anno è La Predica di san Marco in una piazza di Alessandria d’Egitto (1504-1507). Si tratta si un telero di dimensioni imponenti, tipico della pittura decorativa a Venezia. I teleri sono un insieme di pezze di lino cucite e montate su un telaio. Spesso rappresentano singole scene facenti parte di un ciclo di storie legate da un tema: quello di Gentile e Giovanni Bellini, in questo caso, si inserisce nel racconto della vita di san Marco, il patrono della Serenissima.

calendario dell'Avvento di Brera 2021

Come funziona? Su una apposita sezione creata sul sito della Pinacoteca (consultabile a questo link), troviamo il calendario digitale. Le finestrelle dei giorni già passati al passaggio del mouse si aprono svelando il loro contenuto. Cliccando su queste finestrelle, arriviamo a contenuti inediti che ci raccontano l’opera.
Ogni finestrella è dedicata ad un dettaglio, un approfondimento, una curiosità. Ad esempio, la prima finestrella forniva un inquadratura generale sull’opera, con un collegamento ad un video introduttivo.

dettaglio finestrelle calendario dell'Avvento

Il calendario: una tradizione consolidata o un esempio di gamification marketing?

Attraverso questa splendida iniziativa, già nel 2020 la Pinacoteca di Brera chiuse in bellezza l’anno dedicato al 500° anniversario della morte di Raffaello Sanzio. Ogni giorno, fu svelato e descritto con minuzia un dettaglio, un particolare dello “Sposalizio della Vergine“.

Sposalizio della Vergine di Raffaello

La tradizione del calendario dell’Avvento è ormai da decenni una tradizione di molte famiglie italiana. Le marche più disparate sono ricorse a questo strumento per accompagnare la famiglia durante il periodo Natalizio. Il calendario dell’Avvento non è altro che una serie di pacchetti a sorpresa, uno per ogni giorno dall’1 al 25 dicembre.

La gamification è l’applicazione dei concetti legati al gioco in contesti che non sono strettamente legati ad attività ludiche, come il marketing. La raccolta punti al supermercato, o il calendario dell’Avvento nel nostro caso, sono tutte applicazioni di questo concetto.
Una delle caratteristiche principali della gamification, infatti, è quella di mostrare alle persone lo stato di avanzamento in un determinato percorso, per dargli la percezione di progressione e crescita. Questo è esattamente quello che avviene con il calendario dell’Avvento, e in particolare quello realizzato dalla Pinacoteca di Brera.

calendario dell'Avvento di Brera 2020

Ogni giorno apriamo una finestrella: un passo in più per arrivare a Natale ma anche, in questo caso, un passo in più alla scoperta di un capolavoro della storia dell’Arte. Entra poi in gioco la sorpresa, per cui ogni giorno sale la curiosità per quello che troveremo aprendo la finestrella. Questo crea un circolo virtuoso di alimentazione della scoperta, che porta alla voglia di progredire nel calendario.

Spesso il vantaggio per i brand è quello economico: banalmente, il calendario ha un prezzo superiore rispetto alla somma dei singoli regali. In questo caso però, il vantaggio non è economico; la Pinacoteca di Brera, con questo strumento, si assicura di rmanere nella vita quotidiana delle persone per tutto dicembre.

fonti e link

https://pinacotecabrera.org/calendario-dellavvento-2021/

https://www.facebook.com/PinacotecadiBrera

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto