La rete Musei di Tutti lancia Memorie Sonore

Locandina de "musei di tutti"

La Rete museale Musei di Tutti lancia Memorie Sonore, una serie di percorsi sonoro-visivi gratuiti che permettono di immergersi nell’arte e nella storia.

La rete museale Musei di Tutti

La Rete Museale Tematica Musei di Tutti nasce nel 2019 dall’incontro di importanti realtà museali di Firenze e Fiesole.

Alla base c’è la convinzione che il Patrimonio culturale acquisti pieno significato soltanto se accessibile e partecipato attivamente.

Lo scopo è valorizzare e promuovere il Patrimonio culturale in tutti i suoi aspetti, rendendolo fruibile a un pubblico quanto più diversificato possibile. La natura eterogenea dei musei aderenti alla Rete Museale Musei di Tutti permette di condividere contenuti culturali dai molteplici aspetti con un pubblico sempre più esteso.

Musei di tutti ed il progetto Memorie Sonore

La rete museale Musei di Tutti lancia Memorie Sonore. Questo progetto è il risultato di mesi di ibridazione creativa tra esperienza museale e digitale. La finalità è quella di migliorare l’accessibilità e la fruibilità dei musei della rete.

Area archeologica di Fiesole, uno dei luoghi sonori presi in analisi
Area archeologica di Fiesole, uno dei luoghi sonori presi in analisi

Memorie Sonore combina le competenze umanistiche alle conoscenze di sviluppatori digitali, fotografi e sound designer. In questo modo il suono ha acquisito un ruolo di rilievo, diventando uno strumento per completare la visita.

Nascono così quattro tour virtuali di alta qualità tecnologica, con contenuti visivi ed audio immersivi arricchiti da foto a 360°. Attraverso narrazioni, composizioni musicali originali e paesaggi sonori, permettono al visitatore di immergersi dell’arte e nella storia.

Museo degli Innocenti, uno dei luoghi sonori presi in analisi
Museo degli Innocenti, uno dei luoghi sonori presi in analisi

Prima di tutto, i contenuti sonori contengono elementi di carattere storico, informazioni sulle opere, citazioni letterarie. E ancora, suoni, rumori, voi narranti, musiche, in un continuo gioco fra passato e presente. Quel che ne risulta è un paesaggio sonoro completo, capace di sintetizzare aspetti conoscitivi e atmosfere emotive, e di integrarsi perfettamente alle immagini dei luoghi a cui si riferiscono.

Così nell’Area Archeologica di Fiesole tornano a riecheggiare voci, suoni e rumori dimenticati ormai da secoli. Per esempio, il teatro rivive con gli spettacoli di mimo del II secolo d.C. E ancora, le Terme tornano a ospitare allenamenti atletici e a sentir lo scorrere dell’acqua nelle canalette e nelle vasche. Il tempio accoglie nuovamente i passi dei pellegrini e i canti dei fedeli in processione…

Fonti

https://www.firenzefiesolemusei.net/rete-museale-musei-di-tutti/

https://www.museidifiesole.it/blog/memorie-sonore

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto