La mostra-evento “gladiatori” al MANN

visitatori con smart glasses visitano la mostra Gladiatori al MANN

La mostra-evento “Gladiatori” del MANN di Napoli coniuga archeologia e tecnologia per raccontare un mito di tutti i tempi.

Le collezioni del Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Tra i più antichi ed importanti al mondo, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli offre una grande ricchezza ed unicità del patrimonio e per il suo contributo offerto al panorama culturale europeo.

Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Museo Archeologico Nazionale di Napoli

La struttura accoglie diverse collezioni: dalla statuaria greco-romana alla collezione Farnese, dalle collezioni pompeiane alla collezione egiziana. Il museo si posiziona al primo posto fra i più importanti musei archeologici per quanto riguarda l’arte romana e terzo per la collezione egizia.

Negli ultimi anni, il museo ha compiuto un notevole salto di qualità. Si è posto come soggetto attivo in rapporto con le istituzioni territoriali per promuovere politiche sociali rivolte alle fasce più svantaggiate, ma non solo. Videogiochi, avatar, il debutto su ITsArt, una grande risonanza sui social, sono solo alcuni dei traguardi raggiunti dal museo nel mondo del digitale e delle tecnologie.

La mostra-evento al MANN

La mostra-evento “Gladiatori” del MANN coniuga archeologia e tecnologia per raccontare un mito di tutti i tempi.

Interno della mostra "gladiatori"

L’allestimento prevede una serie di monitor grazie ai quali è possibile avere una ricostruzione in computer grafica della Schola Armaturarum. Video 3d, disegni, allestimenti olfattivi, sono altri dispositivi presenti in mostra.

L’opzione più interessante per il visitatore è quella di visitare un tour con Smart Glasses.

Interno della mostra "gladiatori"

Gli occhiali sono messi a punto grazie al software innovativo, con contenuti forniti dal museo. Questi mostrano immagini in realtà aumentata: ad esempio, animano i personaggi che decorano il vaso di Patroclo. O ancora, ricostruiscono in 3D le lastre tombali della necropoli del Gaudo a Paestum, spiegandone l’iconografia. Le ricche decorazioni delle armi  escono dal supporto per fluttuare nell’aria e narrare storie. Gli Smart glasses rendono possibile leggere e tradurre epigrafi, raccontano delle figure che si stagliano dai rilievi e tanto altro.

I beni esposti così, diventano parte della narrazione attraverso i loro colori, le loro forme originari. Il luogo del loro ritrovamento entra a far parte della narrazione, fornendo un quadro ancora più completo al visitatore.

Da un certo punto di vista, è l’esposizione più sofferta e simbolica che abbiamo realizzato al MANN: come gli antichi gladiatori, oggi ci sentiamo tutti un po’ feriti e sofferenti. Ma, prendendo spunto dal loro coraggio e dalla loro tenacia, siamo pronti a rialzarci.

Paolo Giulierini, DIrettore del MANN

Fonti

https://www.museoarcheologiconapoli.it/it/2021/03/presentazione-digitale-mostra-gladiatori/

http://www.museoarcheologiconapoli.it/en/

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto